May 14, 2021

GIL

Daily Global New Media

DIEGO FUSARO: Ultim'ora! Draghi, pugno duro coi sanitari che… Sentite!

1 min read



Liberi di sapere e di far sapere. L’indipendenza è la nostra forza. ✔️ Sosteneteci qui: http://www.filosofico.net/sosteneteci ✔️Abbonatevi al canale youtube: …

source

44 thoughts on “DIEGO FUSARO: Ultim'ora! Draghi, pugno duro coi sanitari che… Sentite!

  1. La logica del tiranno che non capisce niente è dettata dal fatto che viceversa da quanto afferma, lui sa che i vaccinati diffondono il virus e quindi sono fonte di contagio per la popolazione che deve essere infettata a pro di BigPharma. Ricordiamoci di quel dottore polacco che prendeva per il culo chi non si vaccinava e che è morto 12 ore dopo essersi vaccinato.

  2. CI AVETE ROTTO IL KAZZO, CON I VOSTRI RICATTI, I VOSTRI LOCKDOWN, LE ZONE ROSSE DEL SANGUE DELLE NOSTRE LIBERTÀ E DELLE NOSTRE VITE AZZERATE.
    LE VOSTRE MALEDETTE MUSERUOLE METTETELE VOI E I VOSTRI AMICI DELLA FCA CHE NE PRODUCONO 28 MILIONI AL GIORNO PER I POVERI EBETI COVIDIOTI.
    FINO A CHE NON LO DICHIARATE CHE SIAMO IN DITTATURA, IN QUESTO PAESE VIGE ANCORA LA NOSTRA COSTITUZIONE.
    NON AVETE ANCORA CAPITO CHE GLI ITALIANI VERI VI ODIANO
    AVANTI SEMPRE MOTORE ITALIA
    RESISTERE SEMPRE

  3. DITTATURA INFAME
    L'ESSERE UMANO NASCE LIBERO E NON SI FÀ PIEGARE DA NESSUNO
    LA MUSERUOLA DEL REGIME SE LA METTANO LORO, SE NE METTANO ANCHE 10 IN BOCCA E SI FACCIANO INK…. INOCULARE ANCHE TUTTI I GIORNI
    È ABBONDANTEMENTE GIUNTA L'ORA DI FINIRLA CON TUTTA QUESTA VIOLENZA
    VOGLIONO LO SCONTRO

  4. Se hanno utilizzato il giuramento di Ippocrate come scudo per i morti della pandemia i signori medici lo utilizzano per astenersi dal vaccinare. I medici hanno anche il codice deontologico alla quale appellarsi per cui nessun organo politicante può imporre alcunché!

  5. È un pagliaccio indemoniato Draghi, fa ridere Lui e i suoi pagliaccetti, basta disobbedire poi se la faranno addosso quando sentiranno la forza di un popolo appena sarà unito

  6. Nessuno si chiede PERCHÉ alcuni operatori sanitari (sarebbe utile sapere quanti si sono vaccinati) non vogliono vaccinarsi… Forse perché è sperimentale e contagi lo stesso? Forse perché è fatto con embrioni umani abortiti? Forse perché non serve a nulla se non a rischiare altro? Dite il motivo se non lo sanno loro…

  7. Il Ministro Giovannini, intervistato da Bruno Vespa durante la trasmissione Porta a Porta, ha dichiarato: "Non è che chi ha avuto il vaccino non possa trasmettere il virus questo ci dicono gli studi. Quindi non possiamo semplicemente dire che una volta tutti vaccinati il problema è risolto (…) stiamo facendo la cosa che dobbiamo fare ma sappiamo che la vaccinazione non impedisce completamente la trasmissione del virus" (Verbatim, vedi https://www.youtube.com/watch?v=lacVJq5F6yQ.)
    Ora il Presidente Draghi afferma che i sanitari devono vaccinarsi.
    Sembrano la "nave dei folli".

  8. Questo, secondo mia opinione, è un ulteriore banco di prova per capire fino a che punto possono addomesticare la popolazione ed imporre nuove regole. Ricordate la già citata finestra di overton? Una volta che la maggioranza si sarà vaccinata, spingeranno per ulteriori "scusanti" per imporre regole sempre più stringenti. Fra cui, l'abolizione dell'inviolabilita' del domicilio: tema su cui ci gironzolano già attorno dall'anno scorso. Capite? Non è questione di valutare la bontà del vaccino… è questione che, a furia di accettare ogni porcheria che ci viene propinata come risoluzione ad un "problema" (che di sicuro, non ha causato nessuno di noi), rischiamo di ritrovarci in un abisso da cui sarà difficile risalire.

  9. Draghi non guarda la tv…dicono ogni giorno che chi si vaccina deve continuare a seguire le regole di tutti, poichè possono infettare comunque.

  10. purtroppo siamo di fronte alla nascita di una nuova inquisizione dove i moderni Torquemada sono pronti a perseguitare e torturare gli eretici che non vogliono ravvedersi e credere nel vaccino. I delatori saranno ovunque, a casa , a scuola , a lavoro pronti a fare il loro dovere verso la nuova divinita' consegnando i disubbidienti ai loro carnefici. Ci diranno che per terminare le sofferenze e tornare a vivere bastera' abiurare e accettare la " salvezza" vaccinale. La strada verso il Marchio della Bestia e' tracciata. ( apocalisse 13). C'e' un solo Re e un solo Salvatore: Gesu' Cristo il Signore!

  11. dottoroni…. non vi siete mai chiesti perchè il virus Hendra colpì solo nel 1994 e non prima dal 1788 in Australia? Perchè nel 1994 ha colpito cavalli da ippodromi super drogati, dopati, vaccinati e quindi suscettibili di ammalarsi ad un virus con un certo tropismo per i cavalli….. come succede proprio ora con il sars-cov2 che colpisce persone con pluripatologie e quindi che hanno sicuramente abusato di farmaci, intorno a Brescia ecc… ha colpito persone appena vaccinate da anti meningococco e antiinfluenzale……
    i coronavirus sono ubiquitari, sars, mers e sarscov2 sono zoonosi oltre ad essere virus a rna monocatenario positivo quindi mutano di continuo…… ( poliomielite e vaiolo non sono zoonosi e quindi ha senso provvedere ad una vaccinazione di massa per cercare di raggiungere l'eradicazione…… ma i padroni hanno uno scopo diverso inoculare tutti gli anni miliardi di vaccini per guadagnarci sopra e diminuire la popolazione mondiale SVEGLIA PLEBAGLIA IO HO STUDIATO e se voi siete ignoranti INFORMATEVI ) vaccinare in massa nel mentre di una pandemia è controproducente, bisognerebbe proporre la vaccinazione solo alle persone a rischio: vecchietti, persone con particolari patologie quali sindrome metabolica, diabete ecc…, i lock down invece di migliorare la situazione epidemica la peggiorano altre ad essere deleteri per l'economia e la società…..

  12. Vogliamo invece parlare delle strutture non a norma, sporche e piene di merda? Adesso sono le persone il problema? Inventano di tutto pur di fare fare i vaccini.

  13. Sarebbe bene cominciare ad uscire da questa situazione formando una società parallela con TUTTI servizi per persone che NON VOGLIONO VACCINARSI.

  14. Ma guarda te,che strano..appena accennato alla possibilità di prendere in considerazione i vaccini russo e cinese,Biden si è fiondato in Europa,e il giorno dopo il servo Draghi fa'la voce grossa…un anno fa ero un angelo in prima linea (definizione disgustosa),adesso sono una bioterrorista.
    Firmato :un'oss disgustata e non vaccinata.

  15. Il Codice di Norimberga nasce dalle carte del processo che si è svolto al termine della seconda guerra mondiale nell'omologa città tedesca, contro i medici nazisti che avevano perpetrato torture e sperimentazioni contro innocenti nei campi di sterminio come Auschwitz e Birkenau. Su di esso si basa il Comitato Etico, ovvero quell'organismo indipendente che si occupa di tutelare i diritti, la sicurezza e il benessere dei soggetti che partecipano ad una sperimentazione.

    Il Codice traccia una linea di divisione tra sperimentazione lecita e tortura, e su sperimentazioni non regolate, prive di fondamenti etici.

    Consiste di 10 punti:

    Il soggetto volontariamente dà il proprio consenso a essere sottoposto a un esperimento. Prima di dare il consenso, la persona deve conoscere: natura, durata e scopo della sperimentazione clinica, il metodo e i mezzi con cui sarà condotta, eventuali effetti sulla salute e sul benessere della persona, eventuali pericoli cui sarà sottoposta. (Questo è alla base del concetto di "consenso informato", ovvero di un consenso fornito in piena consapevolezza delle implicazioni di quello a cui ci si sta per sottoporre).
    L'esperimento dovrà essere tale da fornire risultati utili al bene della società; la natura dell'esperimento non dovrà essere né casuale, né senza scopo.
    Ci dovrà essere una pianificazione dell'esperimento sulla base degli esperimenti in fase preclinica in vivo, e sulla base della conoscenza approfondita della malattia
    L'esperimento dovrà essere condotto in modo tale da evitare ogni sofferenza o lesione fisica o mentale che non sia necessaria.
    Non si deve eseguire la sperimentazione se a priori si è a conoscenza che tale sperimentazione possa causare danni o morte.
    Il grado di rischio da correre non dovrà oltrepassare quello dei vantaggi, determinati dalla rilevanza umanitaria del problema che l'esperimento dovrebbe risolvere.
    Si dovrà fare una preparazione tale da evitare che il soggetto abbia lesioni, danni o morte.
    L'esperimento potrà essere condotto solo da persone scientificamente adeguate e qualificate, con il più alto grado di attenzione verso la sperimentazione e l'essere umano.
    Nel corso dell'esperimento il soggetto umano dovrà avere la libera facoltà di porre fine ad esso se ha raggiunto uno stato fisico o mentale per cui gli sembra impossibile continuarlo.
    Durante l'esperimento lo scienziato responsabile deve essere pronto a interromperlo in qualunque momento se indotto a credere che la continuazione dell'esperimento comporterebbe probabilmente lesioni, invalidità o morte per il soggetto umano.Il Codice di Norimberga nasce dalle carte del processo che si è svolto al termine della seconda guerra mondiale nell'omologa città tedesca, contro i medici nazisti che avevano perpetrato torture e sperimentazioni contro innocenti nei campi di sterminio come Auschwitz e Birkenau. Su di esso si basa il Comitato Etico, ovvero quell'organismo indipendente che si occupa di tutelare i diritti, la sicurezza e il benessere dei soggetti che partecipano ad una sperimentazione.

    Il Codice traccia una linea di divisione tra sperimentazione lecita e tortura, e su sperimentazioni non regolate, prive di fondamenti etici.

    Consiste di 10 punti:

    Il soggetto volontariamente dà il proprio consenso a essere sottoposto a un esperimento. Prima di dare il consenso, la persona deve conoscere: natura, durata e scopo della sperimentazione clinica, il metodo e i mezzi con cui sarà condotta, eventuali effetti sulla salute e sul benessere della persona, eventuali pericoli cui sarà sottoposta. (Questo è alla base del concetto di "consenso informato", ovvero di un consenso fornito in piena consapevolezza delle implicazioni di quello a cui ci si sta per sottoporre).
    L'esperimento dovrà essere tale da fornire risultati utili al bene della società; la natura dell'esperimento non dovrà essere né casuale, né senza scopo.
    Ci dovrà essere una pianificazione dell'esperimento sulla base degli esperimenti in fase preclinica in vivo, e sulla base della conoscenza approfondita della malattia
    L'esperimento dovrà essere condotto in modo tale da evitare ogni sofferenza o lesione fisica o mentale che non sia necessaria.
    Non si deve eseguire la sperimentazione se a priori si è a conoscenza che tale sperimentazione possa causare danni o morte.
    Il grado di rischio da correre non dovrà oltrepassare quello dei vantaggi, determinati dalla rilevanza umanitaria del problema che l'esperimento dovrebbe risolvere.
    Si dovrà fare una preparazione tale da evitare che il soggetto abbia lesioni, danni o morte.
    L'esperimento potrà essere condotto solo da persone scientificamente adeguate e qualificate, con il più alto grado di attenzione verso la sperimentazione e l'essere umano.
    Nel corso dell'esperimento il soggetto umano dovrà avere la libera facoltà di porre fine ad esso se ha raggiunto uno stato fisico o mentale per cui gli sembra impossibile continuarlo.
    Durante l'esperimento lo scienziato responsabile deve essere pronto a interromperlo in qualunque momento se indotto a credere che la continuazione dell'esperimento comporterebbe probabilmente lesioni, invalidità o morte per il soggetto umano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 × 5 =